Il nostro patrimonio

Tubi, senza dubbio, e contatori, valvole, snodi, torri del benzolo, vasche per il catrame, le immense strutture dei gasometri, i gruppi di riduzione finale, il carbone, il propano, il GNL, il metano, il biometano e l’elettricità, anche l’acqua. Il tutto con stuoli di chimici, fisici, ingegneri, tecnici, operai, fabbri, falegnami, lampionai, letturisti, fuochisti e un numero variabile di impiegati, contabili, dirigenti. Questo è indiscutibilmente una parte del mondo che caratterizza la storia di Italgas, al secolo Società Italiana per il Gas: una delle più longeve e importanti società energetiche del nostro Paese. 

Quel mondo, che sovente diamo per scontato, è complesso, strutturato, ricco di invenzioni, di sperimentazioni, di persone. La custodia dell’archivio storico, in tutta la sua ricchezza, ci ha permesso di ricostruire la struttura e il funzionamento di una Società che ha portato prima la luce nelle strade e nei locali, poi il riscaldamento, l’acqua calda e i fornelli a gas nelle case di milioni di persone. Ogni ufficio, reparto, esercizio, area, polo del territorio ha contribuito a creare il super fondo dell’archivio storico che, finalmente, inizia a mostrare interamente le sue potenzialità attraverso una nuova, analitica schedatura, ricerche approfondite, nuovi inventari e la digitalizzazione dei suoi documenti di maggior pregio e importanza. Un bene pubblico a disposizione di tutti.

Il patrimonio

Il patrimonio di Italgas si compone di un ricchissimo archivio documentale notificato, di una biblioteca specializzata di circa 10.000 volumi che comprende anche una sezione con antiquaria con l’Hortus Medicinae di Van Helmont, dove compare per la prima volta la parola gas, e di una vasta collezioni di oggetti museali che raccontano la storia industriale del gas manifatturato e della metanizzazione in italia.

Archivio

L’Archivio storico di Italgas è un super fondo stimato in circa 3 km lineari. Il nucleo principale è composto dalla documentazione prodotta presso la sede direttiva della Società, a Torino: ciascuna funzione ha lasciato traccia della sua attività, dagli organi collegiali alle varie direzioni e uffici. Ad esso si aggiungono i fondi di ex controllate e consociate e quelli delle società incorporate.

Biblioteca ed Emeroteca

Il primo nucleo della biblioteca storica risale al 1984, composto inizialmente da 300 opere riguardanti la storia dell’industria del gas. Ad oggi, la biblioteca conta circa 10.000 volumi, grazie a lasciti provenienti da fondi aziendali, depositi, donazioni e ad acquisti sul mercato dell’antiquariato. Contributo considerevole fu quello dell’ingegner Mario Sales, storico dirigente di Itallas, che lasciò alla biblioteca una preziosa collezione di 400 libri e opuscoli.

Il_nostro_Patrimonio_Bibliote-ca

Collezioni

Il patrimonio degli oggetti museali di Italgas è un eterogenea collezione di beni e strumenti che racconta i cambiamenti dell’industria dell’energia degli ultimi due secoli. Oggetti talvolta semplici che hanno rivoluzionato la vita sociale e dei costumi degli italiani.

Storie

Carte, pergamene, cartelle dell’ufficio personale, mappe. Con le storie l’archivio prende vita attraverso voci e testimonianze raccolte dai nostri ricercatori.

Le donne di Fiorentina gas e la storia d’Italia del novecento
Gli ex lavoratori raccontano la società italiana
Archivio Storico Italgas Fondo Società Acque Potabili

Percorsi

Scopri le tecniche di produzione, gli spazi aziendali, le storie di uomini e donne che hanno lavorato nelle officine, gli usi e i costumi di una società in evoluzione, visionando le collezioni dell’archivio Italgas. Un viaggio indietro nel tempo attraverso fotografie, illustrazioni, documenti, spot pubblicitari aziendali e articoli legati al mondo del gas e dell’energia, ma non solo…

La via del Carbone

Le Officine del Gas

Italgas in pellicola

Conosci Heritage Lab

Vuoi scoprire la nostra missione?

Vuoi scoprire i nostri progetti?